a Milano quattro eventi all’Associazione CIRCUITI DINAMICI

Venerdì 27 gennaio 2017 dalle 17.30 quattro eventi all’Associazione CIRCUITI DINAMICI
Via A. Giovanola 19 e 21/C (Milano – MM Abbiategrasso)

Ore 17.30 – Spazio 2
ALMOSTBLUE di Pietro Librici
a cura di Antonia Guglielmo

Le tele blu di Librici spingono verso la contemplazione di temi legata all’immateriale, alla sensazione di vuoto, alla spiritualità. In queste opere dal colore ipnotico, vellutato, persistente, colore che si espande, che invade e che affascina, l’artista procede attraverso un processo che riprende il concetto di progettazione orientale, dove costruire è dare più rilievo allo spazio vuoto più che alla presenza della materia. […]



COSCIENZA NEGATA
con Marcello Aguiari, Barbara Bonanno, Katarzyna Buczma, Massimo Falsaci, Izabella Teresa Kostka, Ksenija Kovacevic, Chiara Mazzeri, Claudio Parentela, Annalisa Mori, Lorenzo Palombini, Salvatore Petrilli, Paola Zorzi.
a cura di Anna Epis e Aldo Torrebruno

Questa Wunderkammern è nata da una riflessione non episodica: la raccolta delle immagini si è infatti aperta il 25 novembre, Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne e si è chiusa il 10 dicembre, Giornata Internazionale per i Diritti Umani. La mostra inaugura il 27 gennaio, Giornata della memoria. Purtroppo la riflessione sulla violenza non può e non deve essere un episodio isolato, ma piuttosto un fastidioso sottofondo che non possiamo ignorare giorno dopo giorno… […]



Ore 18.30 – Spazio 1
IL MIRACOLO DELLA SOPRAVVIVENZA
Recital musicale con Matteo Avanzini, Anna Lopez e Gabriele Manganello

12.000.000 ARBEIT MACHT FREI
con Cristian Aloi Aluà, Serenella Angeloni Cortesi, Anna Argentino e Giovanni Annese, Amalia Francesca Annese, Alberto Balletti, Nicola Bertoglio, Mirta Caccaro, Silvia Calvi, Silvana Cammi, Magda Chiarelli, Maria Korporal, Francesco Lasalandra, Claudio Lepri, Vanna Mazzei, Vetulia Mele, Luca Migliore, Donatella Sarchini, Massimo Scarficcia, Ivan Sghirinzetti, Claudio Stefanoni, Marco Trentin, Elisa Zadi, Sara Zaghetto, Paola Zorzi.
a cura di Antonia Guglielmo

Il Giorno della Memoria si celebra il 27 gennaio perché in questa data le Forze Alleate liberarono Auschwitz dai tedeschi. Al di là di quel cancello, oltre la scritta «Arbeit macht frei» (Il lavoro rende liberi), apparve l’inferno. E il mondo vide allora per la prima volta da vicino quel che era successo, conobbe lo sterminio in tutta la sua realtà. Il Giorno della Memoria non è una mobilitazione collettiva per una solidarietà ormai inutile. È piuttosto, un atto di riconoscimento di questa storia: come se tutti, quest’oggi, ci affacciassimo dei cancelli di Auschwitz, a riconoscervi il male che è stato.” (ELENA LOEWENTHAL)

‘Associazione CIRCUITI DINAMICI
Via A. Giovanola 19 e 21/C (Milano – MM Abbiategrasso)

https://www.facebook.com/Associazione-Circuiti-Dinamici-202345069945071/